Assorisparmiatori

You are here: Home arrow Comunicati Stampa arrow Fallimento Banche
Fallimento Banche

Roma, 5 dicembre 2015 - Altro colpo per i risparmiatori italiani. Questa volta sono gli azionisti e gli obbligazionisti della Banca dell’Etruria, Banca delle Marche, Carife, Carichieti  a subire la perdita dell’intero capitale investito.

Intanto avanzano dal Governo una serie di proposte che dovrebbero risarcire solo parzialmente i risparmiatori più esposti. 

Significa, questo, che si vuole fare il solito distinguo tra i buoni ed i cattivi, laddove le vittime delle quattro banche fallite in realtà sono tutti gli obbligazionisti, nessuno escluso, che hanno investito i propri risparmi nei bonds emessi da queste banche stesse. Discorso diverso dovrebbe essere fatto per gli azionisti.  Corretto sembra il ricorso dell'Arbitrato Consob il cui carico in caso di soccombenza per la Banca deve ricadere, però,  sulle Banche nuove neo-costituite dalle ceneri delle vecchie, anche perchè le somme stanziate dal Governo non sarebbero sufficienti.    

Assorisparmiatori chiede siano rimborsati per intero coloro che sono incappati in questa vicenda, perché Banca dell’Etruria, Banca delle Marche, Carife, Carichieti  hanno collocato obbligazioni quando erano già in stato di dissesto e non sono state fermate. 

Assorisparmiatori chiede, altresì, all’U.E. che abroghi la legge che entrerà in vigore il prossimo anno circa i criteri di riparto dei rischi che colpiranno anche i correntisti in caso di fallimento della banca; chiede altresì che sia separata l’attività della banca di intermediazioni finanziaria, da quella vera e propria di fornitrice di credito alle imprese ed alle famiglie.

La banca deve tornare a fare la banca.

In ogni caso, che sia vietato alla banca di emettere e contemporaneamente collocare strumenti finanziari.

 
Pros. >

Contatti

E-mail:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo





SEGUICI SU FACEBOOK 

 

 

Diffidate dalle imitazioni

Assorisparmiatori,
l’unica associazione dei risparmiatori che nel 2003 ha organizzato cause collettive per gli obbligazionisti Cirio;