Assorisparmiatori

You are here: Home arrow Comunicati Stampa arrow crisi dei mercati
crisi dei mercati

COMUNICATO STAMPA

 

Roma, 23 agosto 2011 – Assorisparmiatori si dichiara preoccupata dell’andamento negativo dei mercati mobiliari mondiali, per gli effetti che provocherà sui risparmi degli Italiani, unica vera ricchezza del Paese.

Si calcola che degli 8.600 miliardi di euro di risparmi investiti, negli ultimi mesi siano andati  in fumo circa 600 – 800 miliardi di euro (la cifra esatta potrà essere riferita da Bankitalia).

Il dato che emerge tuttavia è allarmante.

La causa, che poi è legata alla tempesta finanziaria che si sta verificando sui mercati, concerne il timore della insostenibilità del debito degli emittenti strumenti finanziari, sia pubblici che privati, che da anni Assorisparmiatori denuncia essere troppo elevato e senza alcun controllo, anche in virtù di un sistema di regole, ad eccezione della norma del codice civile che viene sistematicamente elusa, che non prevede un tetto alle emissioni obbligazionarie in relazione al patrimonio dell’emittente.

Per questo motivo Assorisparmiatori è contraria agli Eurobond in quanto, non agendo sulla spesa, consente solo di puntellare  l’economia con nuovo debito, sostenendo paesi Italia, Spagna Grecia e Portogallo, che si trovano in squilibrio finanziario.

Basti pensare che il volume di emissioni di debito pubblico Italiano ammonta a circa  1.800 miliardi di euro a fronte di entrate (tributarie ed extratributarie) di circa  750 miliardi di euro.

 
< Prec.   Pros. >

Contatti

E-mail:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo





SEGUICI SU FACEBOOK 

 

 

Diffidate dalle imitazioni

Assorisparmiatori,
l’unica associazione dei risparmiatori che nel 2003 ha organizzato cause collettive per gli obbligazionisti Cirio;